Silva Pribaz

“I primi giorni furono chiari, leggeri.
La biblioteca, la mensa, i libri freschi di stampa con lo scontrino ancora tra le pagine, ogni cosa era mia
come mai nient’altro prima lo era stato.
Niente mi preoccupava: rispetto al liceo le lezioni mi sembravano un piacere e gli esami una sfida da cui sarei uscita brillantemente.”



I commenti sono chiusi.